DSpace Repository

Migrazioni femminili in Italia: il caso delle donne ucraine

Show simple item record

dc.contributor.author Parente, Maria
dc.contributor.author Filosa, Giovanna
dc.date.accessioned 2022-05-02T08:44:33Z
dc.date.available 2022-05-02T08:44:33Z
dc.date.issued 2022-04-28
dc.identifier.citation Parente M., Filosa G., Migrazioni femminili in Italia: il caso delle donne ucraine, Intervento a "Convegno Womanitarian. Le donne risorse di comunità", Napoli, Maschio Angioino, 28 aprile 2022 <https://oa.inapp.org/xmlui/handle/20.500.12916/3507> it_IT
dc.identifier.uri https://oa.inapp.org/xmlui/handle/20.500.12916/3507
dc.description.abstract Il documento, all'interno del convegno dedicato alla discussione sul tema del valore aggiunto che le donne portano alle dinamiche sociali di coesione e di inclusione, focalizza l'attenzione sull'immigrazione delle donne ucraine, in assoluto il gruppo più numeroso in Italia (177mila residenti, il 37% di tutte le donne ucraine in Europa). Si tratta di donne impiegate prevalentemente nei servizi alle famiglie o nell’assistenza e cura delle persone anziane o dei bambini. Partite da sole per cercare lavoro, spesso in seguito alla chiamata di una connazionale già in Italia, si sono stabilizzate anche grazie alle grandi sanatorie del 2002 e del 2009. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.subject Immigrazione it_IT
dc.subject Lavoro di cura it_IT
dc.subject Lavoro femminile it_IT
dc.title Migrazioni femminili in Italia: il caso delle donne ucraine it_IT
dc.type Presentation it_IT
dc.type.relation Presentation;


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

  • Presentazioni
    Presentazioni di lavori e ricerche in corso rese pubbliche in occasione di convegni e seminari

Show simple item record

Search DSpace


Advanced Search

Browse

My Account

Statistics