Please use this identifier to cite or link to this item: https://oa.inapp.org/xmlui/handle/20.500.12916/2457
Full metadata record
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.authorD'Alvia, Fulvio
dc.contributor.authorVaiasicca, Anna
dc.date.accessioned2015-05-19T12:15:09Z
dc.date.accessioned2021-06-30T17:34:02Z-
dc.date.available2015-05-19T12:15:09Z
dc.date.available2021-06-30T17:34:02Z-
dc.date.issued2015
dc.identifier.citationFulvio D’Alvia e Anna Vaiasicca, La gestione delle risorse umane nelle reti di impresa, “Osservatorio Isfol”, IV (2014), n. 1-2, pp. 191-204it_IT
dc.identifier.isbn978-88-498-4322-4
dc.identifier.issn0394-7432
dc.identifier.urihttp://oa.inapp.org/xmlui/handle/20.500.12916/2457-
dc.descriptionFulvio D’Alvia e Anna Vaiasicca, La gestione delle risorse umane nelle reti di impresa, “Osservatorio Isfol”, IV (2014), n. 1-2, pp. 191-204. Isfol OA <http://isfoloa.isfol.it/xmlui/handle/123456789/1058>it_IT
dc.description.abstractArticle. I contratti di rete, cresciuti con ritmo rapido, dimostrano di aver fornito una soluzione alle imprese che intendono cimentarsi in nuove sfide, come ad esempio conquistare il mercato internazionale, superando il limite dovuto alla ridotta dimensione organizzativa. L’aggregazione in rete ha aperto una nuova stagione per le imprese perché consente di ampliare l’offerta dei prodotti, di collaborare per investire in innovazione tecnologica e nella creazione di nuovi prodotti, di realizzare progetti congiunti di sviluppo delle risorse umane. La formazione delle risorse umane, costituisce un elemento importante nella gestione e nella produzione della rete, in cui il know-how strategico posseduto dalle singole imprese potrebbe costituire al contempo un’occasione di apprendimento e di ingegnerizzazione della produzione della rete. La collaborazione all’interno della rete porta le imprese anche alla condivisione delle competenze su specifiche produzioni, in particolare sugli aspetti di progettazione e innovazione di prodotto, e facilita il reperimento di competenze in grado di intervenire nel ciclo produttivo. Sicuramente questo versante apre a scenari di formazione non formalizzata e non codificata che si intendono studiare attraverso un’indagine qualitativa dell’Isfol in collaborazione con RetImpresa, al fine di identificare gli elementi che possano promuovere maggiormente le formule individuate di trasmissione del sapere all’interno delle reti, di valorizzazione del sapere e delle risorse lavorative.it_IT
dc.language.isoitit_IT
dc.publisherRubbettinoit_IT
dc.subjectBisogni del managementit_IT
dc.subjectImprese in reteit_IT
dc.subjectProduzioneit_IT
dc.subjectRisorse umaneit_IT
dc.titleLa gestione delle risorse umane nelle reti di impresait_IT
dc.typeArticleit_IT
dc.type.relationArticle;
Appears in Collections:Rivista Osservatorio Isfol

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
D_Alvia - Vaiasicca - Osservatorio_1_2_2014.pdf1,09 MBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.