Riconsiderare la dimensione familiare nella governance dell'immigrazione: ostacolo o leva per l'integrazione?

Show simple item record

dc.contributor.author Scialdone, Antonello
dc.date.accessioned 2019-11-28T13:34:22Z
dc.date.available 2019-11-28T13:34:22Z
dc.date.issued 2019-11
dc.identifier.citation Scialdone A., Riconsiderare la dimensione familiare nella governance dell'immigrazione: ostacolo o leva per l'integrazione?, in Salvatori F. (a cura di), L'apporto della geografia tra rivoluzioni e riforme, Atti del XXXII Congresso Geografico Italiano (Roma, 7-10 giugno 2017), Roma, A.Ge.I., 2019, pp. 1995-2001
dc.identifier.isbn 978-88-942641-2-8
dc.identifier.uri http://oa.inapp.org/xmlui/handle/123456789/571
dc.description.abstract Se si discute di temi legati alla mobilità geografica in un'ottica attenta alle prospettive di integrazione, destinare un'attenzione peculiare al soggetto-famiglia non dovrebbe sembrare scelta di poco conto. Malgrado ciò, il contributo evidenzia quanto spesso la famiglia venga considerata addirittura ostativa rispetto agli obiettivi di integrazione, vista come baluardo della formazione di vite parallele, ossia di comunità chiuse, autoreferenziali ed arroccate nella difesa delle proprie diversità culturali.
dc.language.iso it en_US
dc.publisher A.Ge.I en_US
dc.relation.ispartof Salvatori Franco (a cura di), L'apporto della geografia tra rivoluzioni e riforme, Atti del XXXII Congresso Geografico Italiano (Roma, 7-10 giugno 2017), Roma, A.Ge.I., 2019, pp. 1995-2001
dc.subject Famiglia
dc.subject Immigrazione
dc.subject Inclusione sociale
dc.title Riconsiderare la dimensione familiare nella governance dell'immigrazione: ostacolo o leva per l'integrazione? en_US
dc.type Book chapter en_US


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record

Search DSpace


Browse

My Account